grotte_pertosa

Da vedere nei dintorni

 

Viggiano offre numerose e valide opportunità ai turisti ed a quanti vengono a visitare il paese. Basta andare nella vicina Grumentum per ammirare i resti di una città Romana che nel 215 a.C. fu teatro di scontri tra le legioni di Roma e le truppe di Annibale; e i reperti archeologici custoditi nel Museo archeologico dell’Alta Val d’Agri proprio vicino agli scavi.

 

castello-brienza
Immagini di storia più vicine ai nostri giorni propongono Moliterno, con il suo castello Medievale, Brienza, Marsiconuovo che fu sede vescovile e patria dei Sanseverino.

 

Padula_certosa

Un’interessante escursione può rappresentare la visita alla Certosa di San Lorenzo (nella vicinissima Padula, città che diede i natali a Joe Petrosino) ed alle Grotte di Pertosa.

 

Parco_Nazionale_Pollino

Gli amanti della natura non disdegneranno una visita all’Oasi del WWF del Pantano di Pignola o al Pino Loricato del Parco Nazionale del Pollino. Entusiasmanti percorsi per gli amanti dell’arrampicata sportiva offrono le pareti rocciose del Monte Alpi e le Dolomiti Lucane di Castelmezzano.

 

lago_pertusillo

Un angolo di grande suggestione che merita senz’altro di essere visitato è l’invaso Pietra del Pertusillo. Si tratta di un grande lago artificiale, splendidamente incastonato tra colli ricoperti di lussureggiante vegetazione, che fornisce l’acqua sia per uso potabile che agricolo alle popolazioni della Basilicata e della Puglia.

 

masseria_crisci

Sulla sponda destra del lago, nell’ambito territoriale del Comune di Spinoso, è stata realizzata una efficiente area attrezzata con tavoli, panche, barbecue, fontane ecc. utilizzabile dai visitatori per comode scampagnate. Sull’altra sponda è possibile ammirare l’imponente ed austera “Masseria Crisci”, di recente riportata al passato splendore con un efficace e ben riuscito lavoro di restauro. Da qui si dipartono sinuosi sentieri che ben si prestano ad invitanti e comode passeggiate durante le quali il visitatore sarà accompagnato dal dolce e rilassante sciabordio delle acque del lago e dall’allegro canto dei numerosi uccelli che popolano la estesa pineta che fa da cornice all’invaso.

 

metaponto-spiaggia

Gli amanti della balneazione possono ritemprarsi nelle limpide acque dello Jonio (Metaponto, Scanzano Jonico, Policoro) e del Tirreno (Maratea è meta di un imponente flusso turistico).

 

dolomiti-lucane

 

Il Parco Regionale delle Dolomiti Lucane, il cui nome completo è Parco Regionale di Gallipoli Cognato Piccole Dolomiti Lucane, è una zona naturalistica protetta che copre una zona di 27.000 ettari sul territorio di cinque comuni della provincia di Potenza, in Basilicata. Con sede ad Accettura, il Parco si estende anche nei comuni di Calciano, Castelmezzano, Oliveto Lucano e Pietrapertosa, lungo un territorio quasi interamente montuoso, non distante dai confini con il materano, e con picchi che raggiungono i 1.300 metri sul livello del mare.  Le ‘Dolomiti Lucane’, come da denominazione del Parco, sono lievemente più alte, spingendosi quasi a 1.500 metri di altezza, e costituiscono dei grandi blocchi di arenaria quarzifera, i cosiddetti Flysch, la cui particolare forma è frutto dell’azione erosiva provocata dai venti, come peraltro si può ammirare anche sui Pirenei, sui Carpazi e in alcune zone della Calabria.

 

volodellangelo

 

Pietrapertosa, insieme a Castelmezzano, ha assunto una recente notorietà per un’attrazione turistico-sportiva ideata a partire dalla primavera 2007. Si tratta del “Volo dell’angelo” che unisce i due paesi per mezzo di due cavi d’acciaio su cui i temerari che desiderano provare l’ebbrezza possono scivolare a 120 km orari librandosi per circa un minuto, ad un’altezza di circa 400 m, ammirando il paesaggio sottostante da un punto di vista insolito.

 

grotte_pertosa

 

Le Grotte di Pertosa-Auletta sono l’unico sito speleologico in Europa dove è possibile navigare un fiume sotterraneo, addentrandosi verso il cuore della montagna. Il fiume Negro nasce in profondità e vi offre un affascinante ed inconsueto viaggio in barca, immersi in un silenzio magico, interrotto soltanto dal fragore degli scrosci della cascata sotterranea. Le Grotte si estendono per circa tremila metri nel massiccio dei Monti Alburni, in un percorso ricco di concrezioni, dove stalattiti e stalagmiti decorano ogni spazio con forme, colori e dimensioni diverse, suscitando stupore ed emozione.

 

ngap-acqua_tramutola

 

L’angolo più suggestivo del paese di Tramutola (Pz) è certamente Ngap l’acqua, caratterizzato da un vetusto lavatoio in pietra, da un’incantevole fontana dalle cinque bocche e da un antico mulino ad acqua costruito a ridosso del torrente Bussentino. Questo luogo custodisce la magia di un lontano passato che si nasconde nelle ardite serenate all’amata, venuta quasi ingenuamente ad attingere l’acqua ad una delle bocche della fontana, o nel suono monotono generato dalle donne che, inginocchiate ancora oggi ai bordi del lavatoio, lavano i panni agitandoli nelle sue fresche acque. La bellezza di questo angolo ha catturato anche la fantasia di un nostro famoso corregionale, il regista Rocco Papaleo, che nel settembre del 2009 ha voluto imprigionarne la magia in alcune scene del suo film Basilicata Coast to Coast.